Home Sociologia
Home Sociologia
«Impressionisti. Da Corot a Renoir»: uno studio sul pubblico della mostra sugli impressionisti di Brescia

Autore
Lucia Grassi - Università degli Studi di Milano - [1999-00]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 270 pagine
  • Abstract
    La "sociologia dell'arte" è una disciplina che si pone il fine di studiare i fenomeni artistici nel proprio contesto di realizzazione e fruizione. Senza entrare nel merito di un giudizio critico - stilistico sulle opere d'arte, e senza di conseguenza mettere in dubbio la bravura e l'abilità del soggetto creatore, vengono esaminate, da un lato, le condizioni extra artistiche che rendono possibile, o che, comunque, influenzano la creazione dell'opera d'arte e, dall'altro, il modo in cui, tali condizioni, influiscono sul processo di ricezione realizzato dai fruitori.
    Nella prima parte del mio lavoro, ho ripreso alcune basi teoriche riguardanti la sociologia dell'arte sia in senso lato sia con riferimento ad alcune sue applicazioni a discipline specifiche (pittura, musica, letteratura).
    Nella seconda parte ho invece analizzato il movimento impressionista francese da un punto di vista prettamente contestuale, ponendo l'accento quindi sulla società borghese della Francia del XVIII secolo, sulla nascita delle prime avanguardiardie artistiche e pittoriche, sui contrasti con la visione più accademica dei cosiddetti pompiers durante le prime mostre nelle quali parteciparono Manet, Cezanne, Monet, Renoir, Pissarro, Sisley, sulla vita degli artisti nella parigi della seconda metà dell'ottocento.
    Nella terza parte, infine, ho approfondito una ricerca empirica sul pubblico museale da me effettuata in occasione della mostra «Impressionisti. Da Corot a Renoir», svoltasi a Brescia nel 2000.
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy