Home Sociologia
Home Sociologia
Vecchi giornali e new media: un binomio possibile. Approccio critico al futuro dell'informazione.

Autore
Matteo Durante - Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano - [1998-99]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 225 pagine
  • Abstract
    Ritenendo che ''informare'' sia il precipuo ruolo dei mezzi di comunicazione e che sia ormai la credibilità il terreno buono in cui essi avranno da giocarsi la sfida per la loro consacrazione, si è voluto qui dimostrare che nella Rete possano e debbano trovare le migliori condizioni di crescita, nonché un luogo d’espressione consono, tutte quelle notizie spesso taciute dai media tradizionali, se non addirittura manipolate o distorte, sacrificate sull’altare del conformismo e passate per troppo tempo sotto silenzio. Imbavagliando le quali, si sono ridotti a muti spettatori anche i loro protagonisti: costretti così a farsi passivi fruitori dell’agire comunicativo, che coinvolge sempre e solo gli stessi attori istituzionali, i lettori hanno smesso le vesti pregnanti del proprio essere ''opinione pubblica''- secondo i termini che nel testo avranno le autentiche parole di Habermas - per assumere le ''maschere'' statiche, passivanti e generaliste di ''opinione di massa'' di rango prettamente televisivo, regno incontrastato del sì anonimo di heideggeriana memoria, dove ogni autentica espressione del sè viene azzerata per essere consegnata alla magmatica ed infruttuosa impressione totalizzante e totalitaria della chiacchiera maggioritaria.
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy