Home Sociologia
Home Sociologia
Leggo City in Metro. Viaggio nel fenomeno della free press

Autore
Arianna Fabiana De Chiara - Università degli Studi di Roma La Sapienza - [2001-02]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 160 pagine
  • Abstract
    E’ l’evento editoriale del momento. Il fenomeno che sta muovendo le acque stagnanti della stampa. Si chiama free press. Nel quotidiano viaggio urbano, milioni di cittadini in tutto il mondo leggono i giornali gratuiti. Rituale mattutino, la lettura diviene così un’abitudine consolidata, consapevole e mirata. Una scelta guidata dai gusti e dalle esigenze dei lettori. Seducendo quelle fasce di pubblico tradizionalmente lontane dal medium a stampa, la free press ha vinto la sua scommessa, conquistando dignità ed importanza tra i media. In Italia il suo successo è racchiuso in pochi dati: otto quotidiani in 14 città d’Italia, da Venezia a Palermo, che distribuiscono ogni giorno 2 milioni e 260 mila copie. L’esplosione di lettori e di investimenti pubblicitari non lascia dubbi: si apre una nuova pagina nella storia della stampa. Dinanzi all’anomalia italiana del quotidiano omnibus, rivolto indistintamente a tutte le classi sociali, il free journal si indirizza ad un target nuovo, differente. La stampa gratuita, infatti, si rivolge a quei diciotto milioni di telespettatori in cerca d’informazione, ai non-lettori finora sottovalutati e trascurati. Differenziando stile, agenda e format, la free press sta cominciando a recuperare la generazione perduta di giovani lettori. Obiettivo raggiunto unendo strategie di brand marketing a un efficace sistema distributivo, che consente di raggiungere il target nel suo tempo libero. Un formato snello, leggibile in venti minuti, un’ampia serie di notizie sintetiche e scorrevoli, l’assenza di commenti ed un forte impatto grafico, sono gli altri ingredienti del successo. Se la stentata diffusione dei quotidiani a pagamento dimostra una disaffezione del pubblico nei confronti della carta stampata, il successo della free press sembra costituire un primo tentativo di riavvicinamento tra società civile e giornali. L’accostamento dei giovani e delle donne alla forma quotidiano potrebbe rappresentare un primo passo verso l’acquisizione di abitudini di lettura più radicate. La rapida diffusione della stampa gratuita ha dimostrato da un lato, che il mercato della carta stampata non è saturo, e dall’altro, che valide strategie di marketing, intese sia come filosofia gestionale, che come interpretazioni delle necessità del lettore, sono indispensabili per il successo di una testata.
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy