Home Sociologia
Home Sociologia
Comunicazione e immagine nell'industria farmaceutica

Autore
Massimiliano Rella - Istituto Sup. di Comunicazione - [1999-00]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 179 pagine
  • Abstract
    La tesi dal titolo ''Comunicazione e immagine nell'industria farmaceutica'' analizza la comunicazione integrata di Farmindustria proponendo all'associazione degli industriali del farmaco quattro ipotesi di miglioramento comunicativo. I quattro ''piani'' hanno come tema: la comunicazione interna; il posizionamento del farmaco all'interno della comunicazione della scienza; la realizzazione di un nuovo sito Internet in grado di veicolare servizi utili alle aziende e ai cittadini e, al tempo stesso, di divulgare i grandi temi della scienza medica, della farmacologia e delle biotecnologie applicate alla salute e al benessere.
    La tesi analizza anche le strategie comunicative di quattro multinazionali del farmaco, focalizzando l'attenzione del lettore sui messaggi istituzionali e commerciali delle aziende stesse. Le quattro multinazionali sono Glaxo-Wellcome, Pfizer, Merck Sharp & Dohme e la tedesca Bayer. Di ogni impresa vengono approfonditi alcuni aspetti della comunicazione esterna o interna. Nel caso Bayer, oltre all'analisi della comunicazione istituzionale, viene sottolineata l'importanza dell'immagine dell'Aspirina. Nel caso Pfizer, invece, la tesi si concentra sulla comunicazione interna e sul caso comunicativo del Viagra. Un caso di spettacolarizzazione della malattia e dei suoi rimedi. All'interno della tesi è presente anche un'analisi comunicativa del caso Di Bella, il professore modenese che propose un rimedio alternativo alla cura del cancro. Rispetto alle polemiche politiche, civili e accademiche di quel periodo la tesi evidenzia le risposte comunicative di Farmindustria.
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy