Home Sociologia
Home Sociologia
Studio clinico criminologico sul rapporto tra omicidio efferato e trauma del passato

Autore
Gian Luca Rocco - Università degli studi di Genova - [2000-01]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 178 pagine
  • Abstract
    In questa tesi si cercherà di dimostrare come i traumi subiti nel passato e in particolare nell’infanzia e nell’adolescenza vengano spesso celati all’interno dell’individuo per poi scatenarsi in reazioni che appaiono spesso inspiegabili e spropositate sia ad un osservatore esterno che allo stesso agente.
    In particolare, l’opera è rivolta allo studio del rapporto tra questi traumi e alcune tipologie di omicidio che per la loro efferatezza risultano ad una prima analisi particolarmente insolite e non sintoniche con la personalità dell’omicida.

    La mia tesi nasce dall'esigenza di trattare un argomento come la criminologia in chiave sia psicoanalitica, sia di facile lettura. Può essere considerata sperimentale, poiché si basa sull'analisi clinica di 4 casi di omicidio avvenuti nel corso di diversi anni nella provincia di Genova. Proprio il fatto di cronaca e il suo studio servono a dimostrare le tesi della prima parte: un comportamento può essere frutto di traumi subiti nell'età dello sviluppo. Anche un omicidio. Anzi, proprio la sua brutalità ed efferatezza possono essere spie di gravi ingiurie subite dall'assassino durante la sua vita che, sebbene consciamente dimenticate, si riacutizzano improvvisamente ribaltando il male subito sulla vittima.
    Tutto senza che questo possa inficiare giuridicamente la sua capacità di intendere e volere.
    Questa tesi è correlata alle categorie
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy