Home Sociologia
Home Sociologia
La rappresentazione della vergogna negli spot televisivi italiani

Autore
Emiliano Germani - Università degli Studi di Roma La Sapienza - [2000-01]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 394 pagine
  • Abstract
    Perché ci vergognamo di comprare i preservativi, le pomate contro le emorroidi e gli assorbenti intimi? Come fa la pubblicità ad approfittare dei nostri difetti e del nostro senso di inadeguatezza per indurci ad acquistare saponi anti-brufoli, creme anti-rughe e shampoo anti-caduta? E’ possibile parlare di un marketing delle emozioni o “marketing emozionale”? Sono queste alcune delle domande cui la tesi cerca di rispondere, ricorrendo a marketing, semiotica, psicologia, sociologia dei consumi e antropologia. Dall'adolescente che lotta contro i brufoli con il sapone Topexan al sorriso smagliante di chi usa Colgate, dall'angelo ciccione che non mangia i cereali Kellogg's alla modella che non ricorda se ha indossato il suo assorbente Carefree, passando per la banana Ciquita, i telefonini Tim e i jeans Levi's. Vengono presi in considerazione alcuni degli spot più famosi e divertenti degli ultimi anni e si scopre come le emozioni siano le grandi protagoniste dell’universo pubblicitario italiano.
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy