Home Sociologia
Home Sociologia
Il mobbing negli ambienti di lavoro: cause, conseguenze e ipotesi d'intervento

Autore
Fabio Antonio Di Venanzio - Università degli Studi di Urbino - [1999-00]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 130 pagine
  • Abstract
    Questo studio propone un’analisi del “mobbing”, un particolare fenomeno rilevato in ambito lavorativo che consiste in una forma di molestia non di tipo fisico bensì caratterizzata dalla ripetizione per un lungo periodo, da parte di una o più persone, di atteggiamenti ostili basati sulla comunicazione che hanno come conseguenza l’isolamento sociale della “vittima” designata. Sono prese in esame le principali cause che portano al verificarsi del mobbing con particolare attenzione alle variabili del clima organizzativo e sono trattati anche gli aspetti riguardanti le possibili misure di intervento e di prevenzione da impiegare contro il diffondersi di questo fenomeno nell’ambiente di lavoro. E’ stata presa in rassegna la letteratura internazionale esistente sull’argomento, con particolare riferimento alle ricerche svolte nei paesi scandinavi (Svezia, Norvegia, Finlandia) e in Germania dove questo fenomeno è stato indagato approfonditamente. Per meglio comprendere gli aspetti legati alla prevenzione, è stata analizzata anche la legislazione vigente nei paesi europei in materia di mobbing con particolare attenzione alle leggi presenti nell’ordinamento Svedese.
    I risultati delle ricerche prese in esame ci dicono che il mobbing è un fenomeno altamente distruttivo per la salute del lavoratore in quanto può causare gravi conseguenze come il Disturbo da Stress Post Traumatico (D.S.P.T); non meno rilevante risulta essere il danno arrecato da questo fenomeno all’economia organizzativa a causa dei ritiri anticipati, dell’assenteismo e dei cali di produttività del personale coinvolto in processi di mobbing. Una costante emersa da questo lavoro riguarda il fatto che il mobbing non dipende dalle caratteristiche della personalità della vittima o dell’aggressore bensì è strettamente relazionato alla degenerazione dei conflitti interpersonali che scoppiano in ambienti di lavoro mal organizzati e mal gestiti dal punto di vista delle risorse umane.
    Nonostante sia il mobbing un fenomeno molto diffuso negli ambienti di lavoro esso si può prevenire tramite alcune misure come la legislazione specifica, l’informazione in azienda, la formazione del management e, soprattutto, con la creazione di ambienti di lavoro incentrati sulla cultura della partecipazione e del coinvolgimento costruttivo del lavoratore.
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy