Home Sociologia
Home Sociologia
Cordoglio e lutto nell'infanzia e nell'età adulta

Autore
Elisabetta Cardarelli - Libera Univ. degli Studi Maria SS.Assunta-(LUMSA) di Roma - [1994-95]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 101 pagine
  • Abstract
    La morte è una realtà fondamentale dell'esperienza umana, ma è anche un tabù: si preferisce non parlarne o al limite mascherarla dietro parole che offendano meno la nostra sensibilità. Forse anche per questo è terreno di studi che raramente toccano il grande pubblico: sembra che la morte esista solo a livello astratto e che parlarne sia compito esclusivo degli ambienti scientifici. Nell'elaborazione di questo lavoro mi è apparsa come uno dei tanti distacchi che sono la costante della vita umana: è certo l'estrema separazione da chi amiamo e questo la rende tragica, ma è anche l'ultimo capitolo di una vita costellata di separazioni che cominciano nel momento stesso della nascita. Non si può quindi parlare del dolore per la morte di qualcuno se non si analizza il significato dei legami affettivi, che nell'attaccamento del bambino alla madre trovano la loro origine ed il loro prototipo. Per questo i primi capitoli delineano i tratti della costruzione del legame d'amore con la madre e l'angoscia che deriva dalla sua rottura. I capitoli 5 e seguenti trattano il controverso argomento del lutto nei bambini, il loro vissuto rispetto alla morte e le conseguenze di una grave perdita. Alla luce delle osservazioni degli studiosi in materia, si considera poi il modo migliore per avvicinare ed aiutare un bambino che abbia subito un lutto.
    Nella seconda parte si analizza la reazione degli adulti alla perdita, con attenzione agli atteggiamenti dell'uomo di fronte alla morte in varie epoche ed in altre culture. Infine si considera quale possa essere il modo più valido di offrire sostegno ad una persona in lutto.
    Questo lavoro non pretende di essere un manuale di istruzioni per l'uso, anche se qualcuno potrebbe trovarvi spunti di riflessione e di azione; quello che desidero di più è che convinca chi lo legge a non fuggire di fronte alla sofferenza causata dalla morte, ma a dare il suo personale ed unico contributo.
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy