Home Sociologia
Home Sociologia
La pubblicità nella politica - Natura e importanza

Autore
Eleonora Kamenova - Università degli Studi di Padova - [2008-09]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 57 pagine
  • Abstract
    La mia tesi è composta da 3 capitoli e comprende un’attenta analisi sulla pubblicità nella politica connessa al potere esercitato dai mezzi di comunicazioni di massa nei confronti dei soggetti politici e dei partiti.
    Questo percorso ha guidato, nel Capitolo 1, l’esame della definizione del concetto della pubblicità, il suo sviluppo, le sue tipologie e funzioni.
    Il secondo capitolo è dedicato all’analisi del rapporto tra i media e la politica. I media infatti, è uno dei fattori fondamentali per il candidato che vuole ottenere buona immagine, pubblicità e visibilità, sfruttando, il potere mediatico. Difatti, a differenza di quanto si potrebbe pensare a prima vista, l’ingresso dei mass media nel sistema politico di un paese ha effetti rivoluzionari sul piano della comunicazione politica. Non si può cioé pensare che la politica sia indifferente rispetto al modo di operare dei media. I media hanno logiche di funzionamento (spettacolarizzazione, logica della “vendita della notizia”) ben diverse da quelle del messaggio politico “puro”: e dal momento che ogni singolo messaggio politico deve per forza passare attraverso i mass media, è il messaggio politico a doversi adattare a queste logiche, mutando profondamente rispetto a quello che vorrebbe o dovrebbe essere.
    La formula del “marketing politico” è la più adatta ad esprimere tale mutamento della politica dovuto all’irrompere nella società dei mass media, ed è anche l’argomento del terzo capitolo.
    Le elezioni sono uno dei momenti portanti della vita democratica e capirne le determinanti è capire il gioco del potere per eventualmente condurlo. L'approccio del marketing politico tenta in una certa misura di applicare ciò che ha funzionato in ambito commerciale alla sfera politica.
    I mezzi di comunicazione di massa svolgono, infatti, un ruolo importante e la loro influenza sulla vita politica è enorme, dal momento che è proprio grazie ad essi che l’elettorato ha modo di conoscere gli argomenti e i problemi da affrontare.
    La commercializzazione, i processi di spettacolarizzazione e personalizzazione della politica hanno del tutto alterato l'ispirazione originariamente democratica dell’informazione politica. I nuovi mezzi di comunicazione di massa, infatti, hanno prodotto una profonda modifica dei caratteri tradizionali della politica e dei partiti, creando quella che viene oggi definita la “democrazia del pubblico”.
    Sono cambiate, anche i generi della comunicazione nella politica: i lunghi discorsi dei candidati nelle Tribune politiche sono stati sostituiti dagli spot televisivi, nei quali naturalmente il parlante deve fare affidamento ad uno stile espositivo più colloquiale e personalizzato per raggiungere tutti gli strati della popolazione. Tra le ragioni, infatti, che possono contribuire a determinare il risultato elettorale delle elezioni, è ormai certo che un ruolo di primo piano sembra essere svolto dall’uso che i diversi schieramenti fanno della pubblicità politica.
    Si tratta di processi di grande valenza politica e sociale, che incidono profondamente sull’universo dei rapporti all’interno delle dinamiche politiche e sul funzionamento dei meccanismi democratici, incidono insomma sul senso stesso della comunicazione politica nell’era dei mass media.
    Questa tesi è correlata alle categorie
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy