Home Sociologia
Home Sociologia
Il diritto di immigrazione, la libertà di movimento e i diritti umani

Autore
Luca Lagomarsino - Università degli studi di Genova - [2008-09]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 105 pagine
  • Abstract
    Lo scopo di questo elaborato è fornire una giustificazione del diritto umano fondamentale di entrare in qualunque territorio senza essere impedito nel proprio movimento dai funzionari dello stato che ne presiede al controllo, ricavando tale diritto come conseguenza della libertà di movimento.
    Per fare ciò, analizzerò gli argomenti di chi vede in tale libertà una priorità fondamentale dell'uomo e di chi invece la considera subordinata ad altri diritti.
    Per venire a capo di questa contraddizione, esporrò una teoria dei diritti umani, quella di Nickel, che gode di un diffuso consenso, integrandone ed approfondendone alcuni punti con le argomentazioni offerte da Henry Shue e Jack Donnelly.
    Successivamente, sulla base di questa teoria, dimostrerò la necessità per un insieme funzionale di diritti umani di comprendere il diritto alla libertà di movimento internazionale e il diritto all'immigrazione, verificando il primo tramite lo schema giustificativo nickeliano e ricavando il secondo dal diritto di emigrazione riconosciuto dalla Dichiarazione Universale.
    Infine tratterò un problema molto grave ed attuale e strettamente collegato alla questione dei diritti di cui tratta questo elaborato, ovvero quello della coercizione attuata dagli stati nel controllo dei confini.
    Come vedremo, tali atti di coercizione non sollevano esclusivamente problemi di natura etica ma anche di teoria politica e democratica.
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy