Home Sociologia
Home Sociologia
Sconfiggere la povertà diventando promotori di se stessi. Il microcredito e il social business di Muhammad Yunus come protagonisti e mezzi del cambiamento.

Autore
Silvia Bacoccoli - Università degli Studi di Pisa - [2008-09]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 218 pagine
  • Abstract
    Il presente lavoro si pone come obiettivo la comprensione dell’efficacia del microcredito ideato da Muhammad Yunus in quanto strumento finanziario innovativo e insieme modello valido di sviluppo umano. A questo scopo si aggiungono da una parte la volontà di evidenziare l'impatto dei principi teorici di Amartya Sen nella formulazione della filosofia del microcredito Grameen, dall'altra il proposito di ripercorre le tappe di un'evoluzione concettuale e progettuale che ha portato Yunus a concretizzare con successo il suo nuovo concetto di social business.
    Il microcredito apre ai poveri le porte d'accesso al credito e consente loro di dare avvio ad attività imprenditoriali autonome che valorizzano le loro potenzialità inespresse. Si tratta di una vera rivoluzione economica e sociale che, silenziosa, mette i poveri nella condizione di affrancarsi dall'usura e, allargando la propria base economica, di prendere in mano il loro destino.
    Il microcredito è molto più di uno strumento finanziario; come afferma Yunus, “Tutta l'impresa del microcredito, che è stata costruita attorno, per e con il denaro, intimamente e sostanzialmente con esso non ha nulla a che fare [...] esso non ha quindi a che fare con il capitale monetario, bensì con il capitale umano.”
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy