Home Sociologia
Home Sociologia
Nuove forme contrattuali di lavoro: flessibilità o precarietà?

Autore
Cristina Verardo - Università degli studi di Genova - [2008-09]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 130 pagine
  • Abstract
    INTRODUZIONE
    La mia trattazione comincia con un capitolo dedicato al lavoro subordinato, poiché prima di parlare di nuove tipologie contrattuali è indispensabile avere chiaro il concetto di lavoro “dipendente”.
    Successivamente passerò all’analisi del lavoro subordinato nelle sue due forme, ovvero a tempo indeterminato e a tempo determinato poiché soprattutto quest’ultimo recentemente è stato oggetto di continue modifiche da parte del legislatore.
    La mia dissertazione proseguirà poi con l’analisi del lavoro parasubordinato, categoria che ha fatto molto discutere negli ultimi tempi e che è sempre molto difficile da individuare con certezza, dopodiché passerò all’ analisi delle varie tipologie contrattuali che sono nate, o sono state fortemente modificate, prima dal “pacchetto Treu” e poi, in maniera ancora più incisiva dalla c.d. “Riforma Biagi” che a è stata a sua volta riveduta e corretta da successivi interventi del legislatore ed è stata diversamente interpretata nel corso del tempo.
    Infine esporrò alcune mie considerazioni personali su quelli che ritengo essere i pregi o i punti di criticità delle forme di lavoro flessibili.
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy