Home Sociologia
Home Sociologia
Immaginario collettivo - Arte e potere. L'opera di F.S. Fairey nella comunicazione post-moderna.

Autore
Luca Zampieri - Università degli Studi dell'Insubria - [2007-08]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 95 pagine
  • Abstract
    La presente Tesi di Laurea è stata elaborata al fine di analizzare e studiare come nella comunicazione post-moderna, fortemente caratterizzata dall'uso delle immagini sia in ambito di propaganda politica che in ambiente pubblicitario, si possano ritrovare strutture archetipiche tali da permettere ai riceventi dei messaggi di comprendere i significati simbolici delle immagini stesse.
    Questo studio è così mirato ad osservare le metodologie attraverso le quali una semplice immagine diviene, proprio grazie alla simbologia, veicolo di trasmissione di valori ed idee.
    Per facilitare la comprensione di tali concetti si è deciso pertanto di analizzare nello specifico l'opera di Frank Shepard Fairey, artista statunitense appartenente al movimento artistico denominato “Street-Art” ed impegnato da diversi anni nella realizzazione di opere dal contenuto simbolico-politico. Fairey è stato scelto inoltre in quanto negli ultimi due anni si è occupato della realizzazione della famosa immagine-icona del neo-presidente degli Stati Uniti Barack Obama.
    Proprio questo suo costante impegno politico ha perciò permesso di osservare come lo studio teorico della filosofia delle immagini possa essere osservato nel suo manifestarsi concreto.
    Per giungere all'analisi dell'opera di Fairey si è tuttavia partiti dallo studio teorico e filosofico del significato proprio dell'immagine, dalla sua definizione e dalle modalità con cui l' uomo la percepisce, la definisce e la utilizza a scopi comunicativi.
    Si è osservato quali siano i rischi nell'affidarsi alla percezione sensoriale per comprendere un'immagine e in che modo l'immaginazione simbolica determina al livello inconscio la formazione di immagini primordiali.
    In seguito si è invece effettuata una dettagliata classificazione del “Mondo delle Immagini” partendo dallo studio della classificazione isotopica realizzata da Gilbert Durand.
    Conclusa l' analisi teorica si è quindi entrati nel merito dell'opera di Fairey e si è concluso creando un paragone tra lo sviluppo dell'icona di Obama e le metodologie di comunicazione politica utilizzate da Silvio Berlusconi e Walter Veltroni durante la campagna elettorale italiana del 2008.
    Sottolineo come avendo deciso di trattare l'immagine sotto l'aspetto prettamente filosofico e simbolico nello studio dell'opera di Fairey si è intenzionalmente deciso di trascurare completamente
    ogni giudizio di critica artistica alle opere stesse.

    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy