Home Sociologia
Home Sociologia
L'informazione tv: progetto di una rete regionale all news

Autore
Emilia Toscano - Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli - [2007-08]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 157 pagine
  • Abstract
    La cosiddetta “rivoluzione digitale” e le possibilità connesse alle nuove reti di trasmissione stanno cambiando radicalmente il sistema dell’informazione, i modi di comunicare degli esseri umani e le modalità con cui essi si interfacciano ai media. Tra i tanti cambiamenti determinati dall’innovazione tecnologica, uno in particolare riguarda l’industria culturale e innesca una trasformazione radicale all’interno dell’universo dei mass media.
    La moltiplicazione dei canali di trasmissione porta ad una diversificazione dell’offerta e produce uno scenario dei media molto più complesso ed articolato rispetto al passato. L’incremento della quantità e della varietà di contenuti e di mezzi di comunicazione non si traduce in un sensibile incremento dei consumi culturali ma tende piuttosto a ridefinire le diete mediali individuali, spingendo a ridurre i consumi abituali per lasciare spazio a nuove esperienze e proposte culturali.
    E' soprattutto nel settore dell’audiovisivo che lo sviluppo della tecnologia digitale produrrà una vera rivoluzione copernicana.
    Da un punto di vista “culturale” la crescita di nuovi media che hanno conferito all’utente una grande libertà nell’accesso alle informazioni, permettendogli al tempo stesso di divertirsi, socializzare, conoscere, secondo percorsi e modalità sempre più personalizzati e interattivi, ha progressivamente eroso porzioni di audience alla tv generalista.
    Un fisiologico mutamento culturale della società sta, dunque, allontanando sempre più i “consumatori di informazione” dal generalismo e dalla omologazione dei messaggi televisivi, portando ognuno a ritagliarsi il tempo a propria disposizione in fatto di conoscenza della realtà attraverso i media in modo più individualistico che in passato.
    Alla crisi di popolarità indotta dalla competizione con gli altri media si affianca poi l’evoluzione tecnologica proprio del mezzo televisivo. Oggi la televisione, dopo decenni di immutabilità tecnica, si sta trasformando per lo sviluppo incessante della rete, del computer e della digitalità. L’adozione della tecnologia digitale nel settore del broadcasting consente il passaggio dalla penuria delle frequenze radiotelevisive (caratteristica della tv analogica) alla moltiplicazione delle capacità trasmissive (siano esse terrestri, satellitari o via cavo) e, di conseguenza, all’espansione quantitativa e alla diversificazione dell’offerta. La televisione digitale porterà dunque ad una moltiplicazione dei canali e ad un cambiamento moderato della fruizione dei contenuti televisivi. Ciò avrà come naturale conseguenza una riduzione dei costi di trasmissione e l’ingresso nel settore di nuovi operatori.
    Questi i presupposti della cosiddetta tv tematica, la nascita cioè di una molteplicità di canali con offerte “di nicchia” dedicati a pubblici più specifici e ridotti. Tutti questi cambiamenti coinvolgono naturalmente anche il giornalismo televisivo, obbligandoci a ripensare il modello tradizionale, basato su appuntamenti fissi e deadlines definite, alla luce delle trasformazioni in atto nel mondo dei media. Si aprono allora nuovi scenari e nuove prospettive per l’informazione televisiva sia dal punto di vista della programmazione e della produzione che della fruizione.
    Da qui nasce l’idea che è alla base del presente lavoro. La presa di coscienza del cambiamento in atto nel mondo dell’informazione e dell’offerta limitata dei modelli editoriali di molti network nazionali e locali, ci ha spinto ad interrogarci sulle possibilità che si aprono oggi per le emittenti televisive, soprattutto in ambito regionale, e ad individuare nuove modalità attraverso cui conquistare un ruolo importante all’interno delle comunità locali.
    Si è progettata quindi la realizzazione di un’emittente all news di sola informazione regionale, in grado di abbracciare le sfide dei nuovi modelli di giornalismo televisivo veicolando un’informazione tempestiva, completa, costantemente aggiornata e con modalità di presidio del territorio più agili, flessibili e diversificate rispetto al passato.
    L’idea alla base di “Campania news24” nasce dalla constatazione che sia i quotidiani che le tv locali e nazionali, pur offrendo nell’insieme una proposta varia ed articolata, non riescono a produrre contenuti informativi di qualità che diano una rappresentazione della comunità campana in cui quest’ultima possa riconoscersi.
    L’obiettivo del presente lavoro è quello di dimostrare che esiste uno spazio per una televisione di sola informazione locale 24 ore su 24, incentrata sul territorio, con un palinsesto caratterizzato da produzioni di qualità e informazione tempestiva e che risponda, nelle modalità di organizzazione e diffusione dei contenuti, alle istanze degli attuali mezzi di comunicazione digitali.
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy