Home Sociologia
Home Sociologia
Competenze informali: il caso dei volontari nel commercio equo solidale

Autore
Matteo Resta - Università degli Studi di Parma - [2006-07]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 81 pagine
  • Abstract
    L’idea di questa tesi di laurea nasce dall’esigenza sempre più evidente di riconoscere le competenze apprese al di fuori dei percorsi di apprendimento formale e di riconoscere il ruolo ormai crescente del terzo settore che offre la possibilità di acquisire competenze professionali attraverso le attività di volontariato e le opportunità lavorative e di impiego. Il progetto focalizza l’attenzione soprattutto sulla realtà del commercio equo e solidale, una realtà relativamente "nuova" nel panorama del terzo settore.
    A livello transnazionale numerose sono le organizzazioni no profit, strutturate in maniera diversa (cooperative, imprese sociali, associazioni, gruppi di volontariato) che hanno scelto il fair trade come settore economico di intervento. Anche se molte di queste realtà hanno di recente registrato una straordinaria crescita economica ed organizzativa, il sistema del commercio equo e solidale nel suo complesso stenta a far emergere le proprie potenzialità, in termini occupazionali e professionali, a causa della ridotta cultura imprenditoriale che ancora caratterizza molte realtà dell'economia sociale che vi sono coinvolte.
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy