Home Sociologia
Home Sociologia
La mano d'opera femminile nell'agricoltura d'esportazione: Cile, 1992-2002

Autore
Eleonora Pedrotti - Università degli Studi di Bologna - [2005-06]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 91 pagine
  • Abstract
    il modello esportatore dell’economia cilena in generale e dell’agricoltura in particolare, prese il via seguendo il paradigma dei “vantaggi comparati”, secondo il quale l’agricoltura si presenta come redditizia, grazie al clima mediterraneo della zona centrale del Cile, approfittando della stagione climatica contraria rispetto all’emisfero settentrionale e del fatto che la frutta costituisce una parte importante della dieta alimentare dei Paesi del nord. L’espansione del lavoro salariato femminile è dovuta alla domanda di mano d’opera generata dall’insieme delle attività richieste dal processo agroindustriale. Le donne, infatti, partecipano alle attività della catena agroindustriale in determinate zone del Paese, dove sono
    situate la maggior parte delle coltivazioni e delle fabbriche di imballaggio, i cosiddetti packing.
    Questa tesi è correlata alle categorie
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy