Home Sociologia
Home Sociologia
Una scuola oltre il silenzio

Autore
Marika Nicolotti - Università degli Studi di Macerata - [2008]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 70 pagine
  • Abstract
    La nostra vita è basata su rapporti sociali ben precisi con i nostri simili, da cui derivano gratificazioni o frustrazioni: queste ultime possono portare verso forme di comportamento patologico.
    Se questo è valido per tutti gli individui, lo sarà ancora di più per i soggetti non udenti, i quali, lungi dall’essere anormali, necessitano di tutti gli interventi possibili che mirino a far superare le conseguenze del loro deficit, che possono portare al non inserimento dell’individuo e al conseguente formarsi di comportamenti antisociali.
    La prevenzione delle conseguenze della sordità spetta alla scuola, ma prima ancora alla famiglia, essendo questo il primo ambiente che il bambino conosce e nel quale si forma la sua personalità e che pertanto apre le porte al vivere sociale determinandone le conseguenze.
    Per conoscere e capire il problema dei soggetti non udenti è necessario conoscere le cause che possono crearlo, il nostro sistema uditivo, come valutare il deficit e come superarlo o limitarlo.
    Tenendo sempre presente che molto si può e si deve fare, prescindendo dai pregiudizi secondo i quali il soggetto non udente è impossibilitato ad affermarsi come individuo al pari degli altri poiché presenta un deficit che lo allontana da quella che è considerata la normalità.
    Un soggetto non udente è in grado di affermare pienamente se stesso pur necessitando di interventi finalizzati al suo recupero e dei quali in questo lavoro si vuol parlare indirizzando la trattazione alla piena integrazione sociale del soggetto sordo.




    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy