Home Sociologia
Home Sociologia
L'interazione tra fattori genetici e ambientali nelle condotte aggressive e antisociali degli adolescenti: il ruolo del polimorfismo MAOA (monoamina ossidasi-A)

Autore
Anna Sara Botteri - Università degli Studi Gabriele D'Annunzio di Chieti e Pescara - [2007-08]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 164 pagine
  • Abstract
    Un fenomeno che si sta consolidando e che è sempre più oggetto dibattuto dall'opinione pubblica è rappresentato dalle condotte comportamentali degli adolescenti, caratterizzate da forme di esternazione aggressive e antisociali. L'interesse per tale tematica mi ha orientato verso l'individuazione dell'argomento discusso in questa tesi, con l'intento di ampliare la prospettiva di studio del problema, non limitandomi alla trattazione dei notevoli e corposi contributi provenienti dalla letteratura scientifica in ambito etologico, clinico e sociale, ma estendendo il raggio d'azione al campo della genetica del comportamento antisociale. Partendo dalle analisi dell'aggressività negli studi animali e umani, ho spostato l'indagine sul complesso fenotipo delle condotte adolescenziali socialmente devianti, cercando di comprenderne l'eziologia in un'ottica di interazione e correlazione tra fattori ambientali corrispondenti a vissuti precocemente traumatici( es. abuso e maltrattamento parentale) e fattori genetici, soprattutto in riferimento alla funzione del polimorfismo del gene MAOA, l'enzima metabolizzatore delle monoamine, ampiamente documentato nelle sue relazioni con diverse dimensioni dell'antisocialità, come l'aggressività, la violenza e l'impulsività. A tal proposito, sono passate in rassegna una serie di indagini significative, dagli studi pioneristici di Caspi e collab.( 2002), sino alle ricerche di ultima realizzazione ( Frazzetto e collab., 2007), che hanno dimostrato come una determinata attività trascrizionale del MAOA-LPR possa sortire un effetto di moderazione tra l'esposizione agli stressors ambientali nel primo arco di vita e il rischio di un indirizzamento del proprio iter evolutivo verso la manifestazione di condotte antisociali in adolescenza e in età successive.
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy