Home Sociologia
Home Sociologia
Annihilatio mundi e ricostruzione simbolica - Un'analisi politico-antopologica del rito dei flagellanti

Autore
Emanuela Parisi - Università degli Studi di Messina - [1997-98]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 63 pagine
  • Abstract
    La tesi ha per oggetto l'analisi e l'interpretazione delle pratiche rituali con il fine di mettere in evidenza la doppia funzione, distruttiva e ricostruttiva, di queste. In particolare utilizza un rito di flagellazione ancor oggi praticato in un paese in provincia di Catanzaro, Nocera Terinese.
    La chiave interpretativa è data dalla teoria di Renè Girard, che analizza la funzione del rito e la valenza che esso assume come elemento do coesione e di formazione dell'identità di un popolo.
    E' descritto il rito dei Vattienti di Nocera Terinese così come si svolge oggi. Ho preferito delineare lo scenario storico simbolico in cui il rito ha origine individuando nel Seicento il momento in cui la flagellazione diviene collettiva e pubblica.
    Del seicento ho analizzato il quadro artistico, filosofico, scientifico e teatrale mettendo in evidenza per ognuno di questi ambiti gli elementi simbolici che a mio parere sono presenti nel rito dei Vattienti; vi è inoltre una ricerca documentale sulla pratica della flagellazione nel Seicento e una ricerca delle tracce di questo rito nella mia terra, la Sicilia.
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy