Home Sociologia
Home Sociologia
Consumo e controconsumo: dall'acquisto responsabile al culture jamming

Autore
Annalisa Angiletti - Università degli Studi di Palermo - [2006-07]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 139 pagine
  • Abstract
    «Un altro mondo è possibile». È stato lo slogan del Forum Sociale Mondiale ha indurmi alla scelta dell’argomento della mia tesi.
    Di fronte alla vastità dei problemi globali e al senso di impotenza individuale, che, secondo P. Calame, è il più insidioso ostacolo al cambiamento, si intravede una serie di reti sociali che tentano di costruire una società più giusta e vivibile e che sperimentano altre forme di economia, altri modi di gestire il rapporto economia-società.
    Che la si definisca società post-industriale, post-moderna, post-materialistica, complessa o altro, la nostra è comunque una società in cui il consumo ha assunto una dimensione centrale, che sovrasta le altre.
    Lo scopo del seguente lavoro è quello di fare una sorta di resoconto sulla storia del consumo e del comportamento del consumatore, sulle modalità con cui è possibile prendere coscienza del fenomeno che riguarda il consumismo, l’inflazione, la crisi energetica, l’inquinamento: argomenti sempre più all'ordine del giorno nella saggistica e nel giornalismo contemporanei.
    Punto di partenza del lavoro è stata la volontà di capire quando questa sensibilità è diventata una variabile concreta, spingendo milioni di persone a rivedere i propri stili di vita e la propria concezione del mondo, nonché il proprio ruolo.
    Questa tesi è correlata alle categorie
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy