Home Sociologia
Home Sociologia
Ripensare al turismo quale strumento di sviluppo e lotta alla povertà

Autore
Angela Michieletto - Università degli Studi di Firenze - [2006-07]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 230 pagine
  • Abstract
    La presente tesi ha vinto il "Premio di laurea 2008" stanziato dalla MIB School of Management- Trieste

    La tesi si articola in quattro capitoli.
    Il primo capitolo analizza gli aspetti generali del turismo ed in particolare il suo impatto nell’economia, nella società, nella cultura e nell’ambiente, evidenziando gli aspetti più significativi che lo possono rendere uno strumento di lotta alla povertà. Nella seconda parte, viene descritto il Pro Poor Tourism.
    Il secondo capitolo analizza lo sviluppo del settore turistico nei Paesi in Via di Sviluppo e nei Least Developed Countries, ponendo in luce come questo rivesta un ruolo fondamentale per alcuni, importante per altri e, sia pure per una minoranza, ancora poco strategico per lo sviluppo del Paese. Si è voluto, soprattutto, comprendere quanta parte degli aiuti internazionali è stata finalizzata alla promozione del settore; di conseguenza, quanto la comunità internazionale abbia influito per la nascita e lo sviluppo di una solida industria turistica. Si sono analizzati i dati dell’Official Development Assistance (ODA), che mettono in evidenza la scarsa considerazione verso il settore, in particolare negli anni passati, ma anche ai giorni nostri.
    Un altro aspetto, oggetto di analisi, riguarda le implicazioni che, la liberalizzazione, che caratterizza fortemente il settore, può avere nello sviluppo del settore, in particolare in relazione agli aspetti in questione della povertà e del miglioramento del Paese.
    Il terzo capitolo analizza i progetti di cooperazione tecnica, sia di breve che di lungo periodo, promossi dall’Organizzazione Mondiale del Turismo, massima esponente mondiale del settore ed agenzia specializzata delle Nazioni Unite. In particolare vengono presentati dei casi studio di progetti realizzati dal programma Sustainable Tourism – Eliminating Poverty (ST-EP) di recente costituzione. Essi testimoniano la volontà dell’organizzazione di promuovere un turismo sostenibile, in aree che soffrono di un ritardo di sviluppo, finalizzato ad accrescere il benessere della popolazione che vive in condizione di indigenza. Nella seconda parte del capitolo, sia pure in modo sintetico, si presentano i finalisti del Tourism for Tomorrow Award, riconoscimento promosso dalla World Travel and Tourism Council, associazione internazionale che rappresenta le imprese private del settore. Si vuole così evidenziare l’interesse che anche la società civile, intesa in senso lato, dimostra; a partire dagli anni Novanta, sono state avviate, con successo, iniziative private o di partnership pubblico-private miranti ad accrescere la sostenibilità del settore.
    Il quarto ed ultimo capitolo pone l’accento sul futuro: quali, tra le diverse iniziative e modalità possibili, possono promuovere ed accrescere in maniera efficace, sfruttando la caratteristica di multisettorialità insita nel settore, il potenziale di riduzione del livello di povertà, garantendo comunque la sostenibilità economica, sociale ed ambientale.
    Un valido strumento, in grado di tenere in considerazione simultaneamente le diverse priorità, può essere individuato nel processo di certificazione e nella promozione di standard e codici di condotta internazionali, rivolti ai diversi stakeholders turistici. A questi aspetti si dedica l’intero capitolo, includendo anche una parte dedicata ai sistemi di certificazione relativi alle piccole e medie imprese, che possono essere un’opportunità non trascurabile di accesso al settore, e più in generale all’economia, anche per le fasce meno abbienti della popolazione dei Paesi in Via di Sviluppo.

    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy