Home Sociologia
Home Sociologia
“Sopranos-speak”: un’analisi linguistica e sociolinguistica

Autore
Stefania Forlani - Università degli Studi di Milano - [2006-07]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 69 pagine
  • Abstract
    Il presente lavoro analizza il linguaggio usato nel telefilm “I Soprano” sia linguisticamente, sia sociologicamente, considerando anche l’impatto avuto sugli spettatori statunitensi. "I Soprano" sono una serie televisiva che ha avuto molto successo negli Stati Uniti, suscitando anche diverse polemiche.
    Guardando gli episodi in lingua originale con i sottotitoli mi sono posta il problema della traduzione, ma soprattutto della comprensione del linguaggio usato da parte dello spettatore parlante inglese, che non solo si trova di fronte a parole sconosciute, ma anche a una lingua piena di termini crudi e volgari che lo scioccano e lo disturbano. Mi interessava, quindi, esaminare anche la reazione degli spettatori a questo linguaggio.
    L'analisi è suddivisa in tre capitoli che studiano ognuno un diverso aspetto della lingua dei Soprano. La prima parte, che funge da introduzione per coloro che non hanno mai visto il telefilm, racconta brevemente l’origine della serie, la trama e fa una presentazione dei personaggi principali, fornendo un’idea generale dell’ambientazione e accennando anche alle reazioni suscitate dal telefilm negli Stati Uniti. Il secondo capitolo è l’analisi linguistica vera e propria, in cui si studia la lingua dai suoi diversi punti di vista: lessicale, grammaticale, fonologico e psicologico. In questa sezione si analizzano le forme non standard riscontrate nei sottotitoli degli episodi selezionati, descrivendo le origini e la diffusione di tali forme. Inoltre si esaminano i fatti extralinguistici, molto importanti nel mezzo televisivo, e l’uso della lingua proprio della criminalità, per la quale il silenzio assume un significato centrale. Nell’ultimo capitolo, infine, si analizza lo stereotipo dell’Italiano presentato dai Soprano, che si qualifica anche attraverso la lingua usata. Le reazioni negative delle associazioni di Americani di origine italiana vengono messe a confronto con i risultati dell’intervista a un campione di spettatori scelti casualmente in tutti gli Stati Uniti, i quali hanno espresso in modo anonimo il loro giudizio sulla lingua e sulla rappresentazione stereotipata degli Italiani nel telefilm.
    Questa tesi è correlata alle categorie
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy