Home Sociologia
Home Sociologia
Immigrazione e cittadinanza: partecipazione e rappresentanza degli immigrati a Rimini

Autore
Sara Zanni - Università degli Studi di Bologna - [2006-07]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 109 pagine
  • Abstract
    Secondo il rapporto Caritas/Migrantes 2007 in Italia risiedono regolarmente 3.690.000 cittadini stranieri. La presenza straniera è presenza di non cittadini all’interno dello Stato-nazione, il quale nonostante l’integrazione europea e i processi di globalizzazione continua a r-esistere e ad imporre una sovrapposizione tra cittadinanza e nazionalità che diventa sinonimo di esclusione per i migranti. La cittadinanza formale diventa uno strumento di esclusione e differenziazione che si concretizza in primo luogo nel negare a chi non è cittadino i diritti politici. Poichè in Italia non è previsto il diritto di voto per gli stranieri si è tentata un’altra strada per incentivare la partecipazione e la rappresentanza degli immigrati alla vita pubblica: si tratta delle consulte degli immigrati, nominate o elette, dei consiglieri stranieri aggiunti ecc. diversi strumenti per composizione e formazione, nati soprattutto a livello locale (provinciale e comunale) spesso come risposta al “vuoto” lasciato a livello nazionale. Capire se e come hanno funzionato questi strumenti di partecipazione è rilevante per il dibattito, iniziato anche in Italia, sul voto agli stranieri e sulla cittadinanza in generale.
    Questa tesi è correlata alle categorie
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy