Home Sociologia
Home Sociologia
Ceto medio riflessivo e campagne postmoderne: una riflessione sul caso di Bologna.

Autore
Antonio Capillo - Università degli Studi di Torino - [2005-06]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 83 pagine
  • Abstract
    CAP I: analizzo prima in generale quello che è stato definito "ceto medio riflessivo" da Paul Ginsborg; passo ad un'analisi delle prospettive dei movimenti italiani in generale e dò una mia interpretazione delle primarie del 2005 come prima massima espressione del ceto medio riflessivo.

    CAP II: analizzo comparativamente (USA e Italia) i tipi di campagna elettorale così come li ha definiti la studiosa americana Pippa Norris e basandomi anche sul lavoro di Cristian Vaccari, esperto di comunicazione dell'Università di Bologna.

    CAP III: analizzo il caso di Bologna rispetto alla campagna elettorale per le comunali del 2004, che hanno visto il trionfo di Cofferati dopo una campagna elettorale innovativa (postmoderna) nella realtà politica italiana; passo poi ad una rassegna dei principali comitati cittadini bolognesi, l'appoggio dei quali è fondamentale per avere successo tra l'attivissima cittadinanza bolognese.

    CAP IV: analizzo il dopo elezioni a Bologna, in particolare rispetto alle aspettative mancate e le speranze che aveva suscitato Sergio Cofferati.
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy