Home Sociologia
Home Sociologia
Il viaggio è finito?

Autore
Giovanna Frisoli - Università degli Studi di Parma - [2003-04]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 271 pagine
  • Abstract
    Questo studio è un approfondimento sul tema del viaggio circoscritto al viaggio libero, di piacere, escludendo il viaggio scientifico e professionale. Partendo dal Grand Tour, fenomeno che dà inizio al viaggio "di piacere" si è mostrato i limiti del viaggio, mettendo a fuoco com' è cambiato nel tempo il modo di viaggiare da Gothe ad oggi. La domanda che ci si è posti è se il viaggio turistico ha ucciso il viaggio. Da dove nasce la crescente domanda di bisogno del viaggio turistico oggi, con la collaterale prolificazione di riviste e letteratura di viaggio e popolari trasmissioni televisive? Quando hanno iniziato a viaggiare le donne? Come hanno potute, queste nostre antenate borghesi, infrangere gli schemi di una società che le voleva relegate in casa ad aspettare "l'eroe" tornare da un "suo" viaggio? Chi è il turista e chi il viaggiatore? Esistono ancora queste differenze?Il viaggio di piacere si trasforma nel tempo da bisogno intellettivo di una specifica classe sociale a vacanze legata alle ferie per via delle conquiste sindacali per l'appropriazione del tempo libero anche per le classi subalterne. Lo studio si conclude con la rielaborazione del diario personale del mio primo viaggio in Madagascar, all'età di vent'anni.
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy