Home Sociologia
Home Sociologia
Il Neo-Nomadismo nell'era globale: i viaggiatori del XXI secolo

Autore
Micol Rosso - Università degli Studi di Roma La Sapienza - [2006-07]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 279 pagine
  • Abstract
    Lo scopo della tesi è quello di voler analizzare come si è evoluta la figura del viaggiatore attraverso i secoli arrivando a capire la valenza che ha assunto nella società contemporanea.
    Partendo dall’analisi dei cambiamenti che ha subito la società negli ultimi decenni, correlati principalmente alla globalizzazione mondiale, all’avvento dei media e delle tecnologie informatiche, all’eliminazione delle distanze dovute ai nuovi mezzi di trasporto divenuti più rapidi, questa dissertazione è atta a dimostrare che la società in cui stiamo attualmente vivendo sia ad alto tasso di nomadismo. Non un nomadismo tradizionale, ma un neo-nomadismo con caratteristiche nuove rispetto al passato.
    Inoltre, a causa dei nuovi media interattivi, abbiamo imparato a vivere su due piani paralleli, distinti e separati, ma che talvolta si intersecano in maniera produttiva: il reale ed il virtuale.
    Il viaggio perciò di conseguenza, oltre ad essere esperito nel mondo reale, si compie sovente anche nel mondo virtuale.
    Entrambi questi fattori hanno contribuito a modificare definitivamente l’approccio che il cittadino contemporaneo ha rispetto al mondo che lo ospita, facendolo sentire più libero di muoversi, ma soprattutto producendo un’autocoscienza di sé stesso in quanto cittadino potenzialmente cosmopolita.
    Di conseguenza, la società di viaggiatori che si è andata creando, a causa dei vari fattori analizzati durante il percorso, è una società multisfaccetata e polivalente, difficilmente etichettabile a causa delle diverse personalità che la compongono, ma certamente rappresentativa dei tempi che corrono.
    Attraverso le interviste effettuate, che avranno altrettanta importanza all’interno del corpo del testo, quanto le citazioni maggiormente «dotte», si intende appunto sottolineare la pluralità di figure che compongono la categoria del traveller.
    Inoltre si vorrebbe dare forte peso alla valenza del viaggio come mezzo utile al fine di una maggior interculturalità e comunicazione (realmente) globale, sottolineando come esso sia uno strumento fondamentale per creare quella tanto agognata società globale verso cui la società contemporanea sta inevitabilmente tendendo.
    Per quanto concerne il punto di vista metodologico, si è deciso di utilizzare lo strumento dell’intervista semistrutturata, raggiungendo un totale di 50 interviste rivolte a persone che viaggiano per motivi diversi, in quanto gli intervistati hanno la libertà di andare a fondo della tematica approfonditamente, ma soprattutto si possono sollecitare risposte più sincere.
    Tramite le interviste si è voluto approfondire le caratteristiche che accomunano i diversi modi di viaggiare, sottolineando le differenti sfaccettature che invece diversificano i molteplici tipi di viaggiatore contemporaneo.
    Inoltre, all’interno del corpo del testo, si è deciso di avvalersi di numerose citazioni letterarie, artistiche, cinematografiche e, naturalmente, scientifiche/tecniche, per sottolineare la forza dirompente del viaggio sulla società e di come l’atto del viaggiare influenzi gli ambiti più disparati.
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy