Home Sociologia
Home Sociologia
L'episodio ilare. Caratteristiche e funzione della risata

Autore
Federica Campana - Università degli Studi Gabriele D'Annunzio di Chieti e Pescara - [2005-06]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 27 pagine
  • Abstract
    Partendo da un primo excursus storico sulle varie concezioni degli antichi Greci (cfr. Platone, Aristotele), sono approdata ai primi abbozzi di teorie atte a spiegare la risata: la teoria dell’incongruità vs. la teoria dello sfogo. Mentre per la prima la risata è un atto di vanità, l’espressione di superiorità di un uomo su un altro; la seconda vede il ridere come un atto utile a procurare sollievo dallo stress quotidiano.
    Ed è allontanandomi da queste teorie che ho potuto però trovare la reale e prima funzione della risata: quella sociale, verificando come il sorriso sia presente non solo negli uomini ma anche negli animali.
    Inoltre, dopo aver verificato che esiste una predisposizione genetica per la risata, ho proceduto ad esaminare quali fossero le patologie e le situazioni che possono portarci a ridere. Ed è grazie all’esame di diverse malattie che ho potuto verificare quelli che sono i correlati anatomici della risata.
    Dopo l’esposizione di esperimenti e barzellette, il mio “viaggio” approda alla teoria degli script, del linguista Victor Raskin, che ho ritenuto essere la più accreditata al momento per spiegare la risata. Qui, il concetto fondamentale è quello di script: l’insieme delle voci che una data parola evoca. Sarebbero proprio le immagini da questa suscitate a permetterci di ridere.
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy