Home Sociologia
Home Sociologia
La costruzione dei nuovi contesti di apprendimento situato in psicologia dell'educazione

Autore
Sara Ghionda - Università degli Studi di Lecce - [2006-07]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 99 pagine
  • Abstract
    “ La scuola è la via che apre la vita della ragione ……..
    Il metodo di insegnamento è quello implicito in ogni attività conoscitiva : esso è uno sforzo ordinato e responsabile verso l’auto apprendimento……
    Occorre che la scuola, per continuare ad essere alla base del progresso sociale in un era di così rapide trasformazioni, trovi il mezzo di ringiovanire e trasformare l’istruzione che offre, intro-ducendo nei suoi programmi le nuove scoperte del nostro tem-po.
    Tutto ciò dipende alla fin fine, dalla capacità di coltivare e dare espressione ai modelli di perfezione che emergono dalla nostra poliedrica civiltà.
    Fini meno ambiziosi di questi non sono all’altezza della sfida che fronteggiamo “ ( Bruner J. 1998, p. 168).

    La scuola oggi si trova al centro di sollecitazioni e cambiamenti.
    Il paradigma culturale socio costruttivista, sviluppatosi in tutti i settori della ricerca scientifica verso la fine dell’ultimo secolo, ha completa-mente modificato il modo di intendere la conoscenza e la sua acqui-sizione.
    Proprio su questo la mia tesi centra il suo obbiettivo, cioè dare uno sguardo al percorso che stanno percorrendo le trasformazioni in am-bito scolastico.
    Innanzitutto ci chiediamo quali sono queste trasformazioni e su cosa vanno ad incidere, cominciamo con il dire che si sta definendo un nuovo modo di intendere la scuola, essa è vista oggi come un am-biente di innovazione didattica le cui basi si rifanno a comunità di pratiche.
    Per comunità di pratiche si intende un ambiente dove ciascuno, (a-lunno o insegnante), possa costruire negoziando socialmente le pro-prie conoscenze, oltre che la propria identità in evoluzione.
    Descrivendo questo nuovo modo di intendere la costruzione della conoscenza, ho voluto mettere in evidenza che la scuola non deve dare delle risposte pronte e preconfezionate, perché la realtà della vita esterna non fa questo.
    La realtà richiede capacità strategiche da utilizzare in riferimento a particolari situazioni specifiche, in quanto tutto quello in cui noi siamo immersi non ci permette di coglierne la sua essenza.
    Nella mia tesi ho posto l’accento sugli aspetti sociali e negoziati della conoscenza umana, e sull’importanza del contesto per la costruzione di significati.
    Ho messo in evidenza le prospettive di cambiamento innovative che si basano principalmente su modelli didattici socio costruttivisti.
    Affinché avvengano reali miglioramenti all’interno delle scuole così come dicono ( Brown A. L, Campione J. C., 1994) vanno completa-mente ripensati tutti i suoi dispositivi: da luogo formale, separato che prepara alla vita più che essere vita stessa, può diventare un luogo in cui la formazione nasce dal coinvolgimento continuo di tutti i parteci-panti.
    Ho esposto alcune possibili modalità di trasmissione della cono-scenza, le forme delle relazioni sociali, l’immagine di un bambino che da vaso vuoto da riempire, diventa un costruttore attivo di auto ap-prendimenti, in rapporto continuo con gli strumenti elaborati dalla cul-tura umana e con gli altri appartenenti alla propria comunità in forma-zione.
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy