Home Sociologia
Home Sociologia
L'Iraq del The New York Times (2003-05) - Una grande lezione giornalistica

Autore
Sara Bracchini - Università degli Studi di Siena - [2005-06]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 609 pagine
  • Abstract
    La mia ricerca nasce dalla curiosità di conoscere la copertura riservata al dopoguerra iracheno da parte del principale quotidiano americano o se vogliamo, dal principale quotidiano del panorama giornalistico mondiale.
    Ho pensato che fosse interessante studiare i cambiamenti nel tempo di un solo quotidiano, osservandone le variazioni e le caratteristiche stilistiche.
    Il periodo che ho preso in esame va dal I maggio 2003 al 31 marzo 2005.
    La data di partenza si riferisce al giorno in cui il presidente americano George Bush ha dichiarato la fine dei maggiori combattimenti in Iraq.
    Durante l’esame degli articoli ho realizzato un archivio di dati che è servito da base di partenza per realizzare la mia analisi.
    Il totale degli articoli che ho approfondito è duemilatrentasette.
    Ho evidenziato anche le figure dei principali giornalisti de ‘The New York Times’, considerando il loro emergere tra i tanti altri per il totale di articoli realizzati.
    Ho realizzato due appendici. Nella prima ho riassunto la storia de ‘The New York Times’, dando rilievo alle date più importanti legate alle vicende che hanno portato cambiamenti stilistici o che hanno contribuito alla rilevante fama giornalistica del suddetto quotidiano.
    Infine, nella seconda appendice troviamo il corpus dei dati che hanno permesso la realizzazione della mia interpretazione.

    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy