Home Sociologia
Home Sociologia
Analisi di un programma televisivo: Invisibili

Autore
Tiziana Tesone - Università degli Studi del Molise - [2004-05]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 88 pagine
  • Abstract
    “… Mai parlato con uno di questi senza tetto? Tutti dicono che sono pazzi!
    Ma provate a vivere in strada per un po’, e vedete che idee vi vengono. Non diventate pazzi, vi dico, incominciate a vedere la verità. E cominciate anche a dirlo in giro, a dire anche come stanno le cose: ecco perché tengono questa gente in strada. Il sistema ha paura di loro. Paura della loro libertà. La libertà è l’opposto della responsabilità. La libertà è una minaccia al sistema.
    Ecco perché non c’è più nessuno che si fa le canne, la libertà fa paura a tutti.
    Hanno paura che se la gente si fuma una canna e diventa un po’ più allegra capisce che merda di vita fa…e manda tutto per aria. È per questo che ho smesso di fare arte, capito? Non c’è più speranza. Che cosa si può fare in una situazione del genere?
    Mettiamo anche che scriviate un libro, il migliore che sia mai stato scritto, che vada in classifica e lo leggano tutti. Due mesi dopo è dimenticato, e c’è qualche altro capolavoro che tutti devono leggere.
    O che scriviate una canzone, bellissima e che finiate in super classifica. Che cosa pensate che vi aspetti dopo? al massimo un jingle per uno spot di qualche birra.
    O che dipingiate un quadro: lo compra un milionario e se lo appende negli uffici della sua compagnia. In passato, i ricchi appendevano alle pareti teste di leoni, tigri. Li facevano sentire potenti, sicuri.
    Oggi il sistema colleziona le menti degli artisti, capite?
    La notte dorme meglio sapendo che i migliori, i più svegli sono morti dal collo in su.
    Ecco perché non gli do nessuna soddisfazione, la mia mente me la tengo dentro la testa, dove non possono venire a prendermela.
    Tutto diventa parte del sistema, capite?
    E l’unico modo per sfuggire al sistema è fare nulla. Come faccio io!
    Voglio dipingere un quadro? Voglio scrivere qualcosa? Lo faccio nella mia testa, dove non possono vedere.
    Se sapessero quello che penso, amici, sarei già morto!”

    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy