Home Sociologia
Home Sociologia
"Ti voglio bene...finché il contratto dura" Modelli di interazione e rappresentazioni nel lavoro di cura

Autore
Maria Stropkovicova - Università degli Studi di Padova - [2006-07]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 80 pagine
  • Abstract
    Il lavoro di cura nell'odierno contesto che lo lega ai processi migratori è lungi dal poter essere considerato solo dalla prospettiva macro. Il lavoro di cura, oltre alla funzione di accudimento, si presenta oggi come un raffronto con altre pratiche e altre concezioni della vita individuali, sociali e culturali, e come tale va studiato anche nell'ottica di sociologia della vita quotidiana. Gli attori - datori di lavoro, lavoratrici e altri - entrano in interazione, creano immagini stereotipiche gli uni sugli altri, formano i propri self nel corso dell'agire. Le "attrici protagoniste" di questa ricerca sono donne straniere. Le seguiamo mentre imparano non solo il ruolo delle colf o delle badanti, ma anche quello delle straniere. Esse devono abituarsi a quella sensazione permanente di non-appartenenza, rafforzata dallo stare e lavorare in famiglia, la quale è tradizionalmente portatrice dei significati di appartenenza. Insieme agli altri attori sviluppano delle strategie di interazione, sia individualmente, sia come membri delle équipes drammaturgiche. La tesi è un risultato di una ricerca empirica che si propone di illustrare alcuni modelli di tali interazioni, seguendo il filo teorico di Erving Goffman.
    Questa tesi è correlata alle categorie
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy