Home Sociologia
Home Sociologia
Alunni con il trattino - L'integrazione degli studenti di origine straniera nel sistema scolastico italiano

Autore
Serena Valenti - Università degli Studi di Trieste - [2006-07]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 300 pagine
  • Abstract
    Anche a causa del suo carattere marcatamente interdisciplinare, quello dell'integrazione (scolastica e non solo) rimane un argomento alquanto proteiforme ed elusivo, e da ciò deriva parte della sua difficoltà di gestione in termini reali.

    L’irregolare distribuzione sul territorio e nei diversi gradi d’istruzione della popolazione scolastica non italiana, nonché le complesse vicende familiari che spesso precedono l’inserimento, sono altrettanti elementi di complessità aggiuntiva, in uno scenario reso incerto dal mutevole atteggiamento della classe politica (cui spetterebbe il compito di fornire precise linee guida). L’interculturalità sembra essere una scelta ormai consolidata (seppur non unanimemente accettata), ma notevoli dubbi permangono sull’esatto contenuto da attribuire a questo termine, tanto che non è possibile rintracciarne una definizione univoca neppure nel contesto della letteratura scientifica sull’argomento, ed ancor meno certe sono le modalità di una sua concreta applicazione.

    La prima a fare le spese di questa dissonanza tra teoria e pratica educativa sembra essere la categoria degli insegnanti: numerose ricerche mettono infatti in luce un vissuto di disagio, generato (o quantomeno aggravato) in parte da un percepito deficit di preparazione rispetto alle tematiche in questione, ed in parte dovuto ad una più generica situazione di crisi dell’intero sistema scolastico, che sta tutt’ora combattendo con alcuni aspetti critici esistenti sin dalla sua nascita (come il sempre presente divario nord/sud del paese).

    Queste difficoltà strutturali preesistenti esercitano un’ovvia influenza negativa in diversi settori: particolarmente pesante per i ragazzi di origine immigrata (in particolare in considerazione dell’elevato disagio psicologico che comporta) è la notevole diffusione del fenomeno del bullismo scolastico, che, in presenza di studenti provenienti da altri paesi, può assumere una connotazione di vera e propria discriminazione razziale.

    La coscienza della persistenza di elementi di difficoltà oggettiva, e la conseguente impossibilità di ritenere l’istituzione scolastica realmente “giusta” (intendendo con questo termine “in grado di fornire, a tutti i suoi fruitori, eguali probabilità di riuscita ed equità nel sistema di valutazione”) non deve però far trascurare il fatto che un’evoluzione nell’opportuna direzione sia comunque in atto: colta sostanzialmente di sorpresa dalla rapidità con cui si è sviluppato il fenomeno degli “studenti con il trattino”, la scuola sta ora correndo ai ripari e dotandosi di strumenti e metodologie adeguati, anche attraverso il ricorso a professionalità esterne.
    Questa tesi è correlata alle categorie
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy