Home Sociologia
Home Sociologia
L'elettorato di centro-sinistra alla prova delle primarie 2005. Un'analisi del voto

Autore
Francesco Anania - Università degli Studi di Milano - [2005-06]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 63 pagine
  • Abstract
    Dopo un capitolo introduttivo nel quale si spiega cosa sono le elezioni primarie, la parte centrale della tesi è costituita da un'analisi del voto delle elezioni primarie de L'Unione svoltesi il 16 ottobre 2005. In quella data per la prima volta in Italia una coalizione politica ha affidato ai suoi elettori, attraverso consultazioni primarie, la scelta del proprio candidato premier alle successive elezioni politiche.
    Svolgendo un’analisi approfondita del dato disaggregato (con le caratterizzazioni nei risultati locali da esso messe in evidenza), i dati relativi la partecipazione al voto (particolarmente significativi in un’elezione di questo genere) e i risultati della consultazione, oltre ad essere effetto degli umori contingenti del corpo elettorale, appaiono inevitabilmente come il prodotto dei differenti contesti locali.
    L’influenza delle esistenti subculture politiche territoriali, ovvero di particolari sistemi politici caratterizzati da un elevato grado di consenso per determinate forze (storicamente rintracciabili in particolare nelle regioni “rosse” del centro Italia e nella subcultura “bianca” delle aree del nord-est), essendo esse contraddistinte da una forte fedeltà al voto e da un alto grado di partecipazione, è infatti in qualche modo osservabile anche nei risultati del 16 ottobre 2005. Il peso del voto “clientelare”, tradizionalmente appannaggio di alcune forze politiche, è al contrario facilmente riscontrabile nel comportamento elettorale di alcune regioni del Mezzogiorno d’Italia.
    Queste differenti forme di radicamento territoriale si sono riprodotte nel corso del tempo, sopravvivendo alle crisi istituzionali che hanno attraversato la storia d’Italia, e alle quali è seguito, ogni volta, l’emergere di nuovi sistemi partitici che sono andati a sostituire i precedenti (con la scomparsa e l’avvicendamento, o quantomeno la trasformazione, degli attori partitici oggetto del consenso).
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy