Home Sociologia
Home Sociologia
Advergame: quando la pubblicità diventa un gioco

Autore
Davide Erriques - Università degli Studi di Roma La Sapienza - [2005-06]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 178 pagine
  • Abstract
    Il presente lavoro si propone e focalizza la sua attenzione su una comunicazione basata su una strategia attrattiva, “pull”, dove l’informazione viene cercata dall’utente e tirata verso di sé e dove il destinatario diviene soggetto attivo; una comunicazione in cui diviene fondamentale utilizzare nuovi canali per raggiungere l’utente al fine di portare il brand alla sua attenzione e consolidarlo nella sua mente.
    Si cercherà di tracciare, quindi, un breve percorso tra i vecchi e i nuovi mezzi pubblicitari utilizzati in rete, sottolineando che in questo momento ogni tipo d’azienda, per riuscire ad instaurare un rapporto di natura commerciale, deve indirizzare i propri sforzi puntando a massimizzare la soddisfazione del cliente potenziale.
    Prima però (primo e secondo capitolo) mi soffermerò sull’evoluzione che ha avuto il nuovo consumatore e il nuovo marketing arrivando alla conclusione che l’unico media che consente di soddisfare a pieno sia il nuovo consumatore che le diverse strategie di marketing è Internet.
    Per questo nel terzo capitolo, introdotto dal Cluetrein Manifesto, focalizzerò la mia attenzione sul concetto che i mercati sono conversazione e che tali conversazioni stanno facendo nascere nuove forme d’organizzazioni sociali e un nuovo scambio di conoscenze (le community, i blog).
    Internet diviene, così, il luogo dove meglio si concretizza il marketing relazionale, dove diviene fondamentale massimizzare l’interattività in modo da stimolare la partecipazione attiva dei visitatori del sito, spingendoli ad intervenire e a mettersi in relazione con altri utenti o con il personale dell’impresa. Interattività che, ormai, non è solo un’animazione, non è solo un click sul link, ma è stabilire un rapporto a due vie, di scambio tra parti. Significa trasmettere un messaggio e ricevere un feedback, dare un’informazione ed ottenerne in cambio un’altra, che permette alle aziende di far percepire i propri prodotti al cliente non come una semplice merce ma come esperienza emotiva.
    E’questo, in fondo, quello che fanno gli advergame (quarto capitolo e punto centrale del mio lavoro) che attraverso l’interattività, ipnotizzano il consumatore, lo fidelizzano ed in cambio ricevono informazioni; una strategia pubblicitaria, quindi, non intrusiva, di tipo “pull” che unisce informazione pubblicitaria, aspetto ludico e interattività.
    Si cercherà di conoscere più a fondo, grazie, alle interviste fatte a due aziende di primo piano nel panorama italiano, questa nuova forma di pubblicità cercando di tracciare il suo percorso nel mercato attuale e capire quale sarà il suo futuro prossimo nel mercato on line.
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy