Home Sociologia
Home Sociologia
Nuove identità: un'indagine sui giovani immigrati e la religione in Italia

Autore
Maria Raffaella De Donato - Università degli Studi di Roma La Sapienza - [2005-06]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 192 pagine
  • Abstract
    Avvicinarsi al tema dell’immigrazione non significa solo addentrarsi in una mole di dati e statistiche rappresentative, ma vuol dire anche approfondire tutti quegli aspetti intimi e privati di ogni migrante per far decadere una volta per tutte lo stereotipo secondo cui gli immigrati sono uguali tra loro ma diversi da noi. Tra questi aspetti rientra il credo religioso. La religione struttura e orienta la percezione dello straniero, fornendogli un codice di comportamento a cui riferirsi per vivere nella società ospitante. L’identità religiosa non rimane stabile e immutata ma cambia e si ristruttura sulla base della nuova condizione di vita. Questo mutamento riguarda anche la religione musulmana, da sempre ritenuta sinonimo di immobilità e di resistenza a ogni cambiamento.
    La ricerca si è concentrata proprio su questo: scoprire i mille modi di essere musulmani all’interno della società ospitante. A raccontare questa esperienza sono giovani migranti che hanno lasciato la loro terra d’origine da piccoli o che sono arrivati in Italia già in età matura. Giovani musulmani che nelle interviste parlano del loro essere stranieri, del viaggio che li ha portati fin qui, delle loro condizioni di vita. Le narrazioni autobiografiche si concentrano inevitabilmente sulla destrutturalizzazione e ricostruzione dell’identità religiosa. Ogni intervista risulta essere unica e rappresentativa di un’esperienza “islamica” differente.
    I giovani migranti-musulmani incontrati lungo questo cammino non sono immuni al cambiamento e alla secolarizzazione del sentimento religioso ma sono, ognuno a suo modo, l’emblema di un islam nuovo, aperto al dialogo, “occidentalizzato”. Fermarsi ad ascoltarli è irrimediabilmente un modo per conoscere l’alterità e per liberarsi dai luoghi comuni e dagli stereotipi che la globalizzazione non decompone ma alimenta.
    Questa tesi è correlata alle categorie
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy