Home Sociologia
Home Sociologia
Musica da passeggio. Telefonia mobile e contenuti musicali.

Autore
Antonino Caffo - Università degli Studi di Roma La Sapienza - [2005-06]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 237 pagine
  • Abstract
    Audio stereo, tecnologia ad alta velocità e un po’ di memoria libera: i cellulari del momento sono i nuovi walkman che oggi permettono oltre che personalizzare il telefonino con la musica scaricata dai propri cd, anche comprare e ascoltare all’infinito veri e propri brani (oltre alle ben note suonerie mono-poli-real music) dai siti dei vari gestori di telefonia mobile italiana: Tim, Vodafone, 3, Wind.
    Proprio il mercato italiano, dove la penetrazione della telefonia cellulare è tra le più elevate al mondo, è una sorta di cartina di tornasole per le aziende, sia telefoniche che discografiche, che stanno sperimentando modelli di business e prezzi molto diversi tra loro, per riuscire a capire quale sia il modo migliore per vendere la musica via telefono.
    Se cosi tanti produttori di cellulari e gestori di telefonia mobile combattono a suon di modelli sempre più “musicali” e di portali costantemente aggiornati c’è un motivo preciso: la musica sul cellulare in ogni suo aspetto è il business del futuro, è la “killer application” che permette la crescita di numerose comunità online, che consente di sfruttare tutta le tecnologia e i servizi delle reti senza-fili, per un futuro già presente e in continua espansione.
    L’interrogativo al quale il nostro lavoro vuole dare risposta è:
    “Perché gli utenti personalizzano il proprio cellulare con contenuti musicali?”
    Attraverso lo studio di vari autori (Blom, Monk, Mugge, Ling) si considerano i motivi che spingono gli utenti alla personalizzazione del proprio telefono cellulare, e si arriva alla conclusione che tre sono le categorie che spingono alla personalizzazione (il tipo di utente, il sistema, il contesto).
    Gli effetti che tale personalizzazione produce riguardano il contesto cognitivo, sociale ed emotivo.
    Dal nostro lavoro si evince come il gruppo sociale di riferimento per quanto riguarda la fruizione di contenuti musicali mobili sia quello dei giovani, perché è proprio presso tale gruppo sociale pertinente che le suonerie e la musica mobile in genere hanno avuto un successo imprevedibile e travolgente.
    Tale tipo di fruizione ha permesso la costante crescita delle cosiddette comunità mobili, che alla stregua delle comunità internet based (Van Dijk) raggruppano gli utenti in base ad interessi comuni, nel nostro caso la musica, con l’aggiunta per le comunità mobili di poter condividere le loro esperienze anywhere anytime, consentendo la robusta affermazione di nuovi tipi di servizi e di utenti mobile music oriented.

    Questa tesi è correlata alle categorie
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy