Home Sociologia
Home Sociologia
Giornalismo, la verità possibile

Autore
Valentina D'anna - Università degli Studi di Palermo - [2005-06]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 120 pagine
  • Abstract
    La mia tesi sull’obiettività giornalistica vuole dimostrare che se considerata un metodo all’approccio giornalistico e se distinta da un altro tema, spesso confuso, quale la neutralità, l’obiettività giornalistica diviene un fine attuabile concretamente.
    L’obiettività è una tecnica, una metodologia, un mezzo per raggiungere un fine. Si tratta di raccontare un fatto dicendo tutto ciò che è possibile sapere di esso nel momento in cui il fatto è osservato e dalla posizione dalla quale è osservato.
    Confrontando alcuni quotidiani è possibile notare come una stessa notizia può essere presentata in modi diversi, ma l’obiettività può rimanere comunque un fine che il giornale si propone di perseguire.
    L’obiettività intesa come principio supremo del giornalismo, scevra da qualsiasi limite che la soggettività del lavoro giornalistico mette in campo, si pone davvero come un’utopia impossibile da raggiungere. Ma se ci si sofferma sulla sua definizione e se ne ridimensionano le attese, l’obiettività diviene un fine concretamente attuabile.
    Tesi segnalata dall'Ordine dei Giornalisti di Sicilia per il Premio Mario Francese...
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy