Home Sociologia
Home Sociologia
Il movimento femminile in Algeria

Autore
Valentina Pieretti - Università degli Studi di Trento - [2005-06]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 147 pagine
  • Abstract
    La fine del ventesimo secolo ha visto l’emergere di movimenti per i diritti delle donne nel mondo arabo. Questo è avvenuto in un contesto di molteplici importanti sviluppi in campo socio-demografico, politico e culturale nelle società musulmane: l’ascesa di una massa critica di donne istruite, che lavorano, con un esperienza politica e una certa mobilità. La partecipazione alle conferenze internazionali, la diffusione di internet e il crescente accesso alle società musulmane ha permesso loro di entrare in contatto con altre attiviste; l’ascesa del fondamentalismo islamico, e le revisioni conservative delle leggi sulla famiglia da parte stati neopatriarcali, hanno reso trasparente un conflitto per lungo tempo celato. Da questi sviluppi risultano alla fine due tipi di mobilitazione: la formazione di organizzazioni femministe per i diritti delle donne all’interno dei paesi, e la creazione di network di solidarietà internazionale.
    Il movimento femminile algerino si iscrive nella storia di un paese che è al tempo stesso simile e diversa da quella dei paesi che la circondano: simile perché con gli altri paesi del Magreb ha conosciuto la dominazione coloniale, si è resa indipendente negli anni Sessanta, e dopo un processo di arabizzazione, sta ora intraprendendo un difficile percorso verso la modernità e la democrazia.
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy