Home Sociologia
Home Sociologia
Zygmunt Bauman: modificazioni dello spazio-tempo e nuove polarizzazioni. Una lettura dei processi di globalizzazione

Autore
Soili Milan - Università degli Studi di Ferrara - [2004-05]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 143 pagine
  • Abstract
    Questo lavoro di tesi fornisce una lettura ed una interpretazione dei processi di globalizzazione in base all'analisi che di questi ne offre Zygmunt Bauman. La chiave interpretativa del punto di vista baumaniano sulla globalizzazione è rintracciabile nelle modificazioni che hanno investito le due dimensioni dello spazio e del tempo, come risulta dalle pratiche sociali divenute oggi dominanti, evidenziate dallo stesso Bauman (consumare, viagggiare, comunicare, ecc.). A partire quindi dall'analisi dei mutamenti spazio-temporali che hanno investito le nostre società globalizzate e delle espressioni con cui oggi molti commentatori traducono tali modificazioni (dai "nonluoghi" di M. Augé, allo "spazio dei flussi" di M. Castells, fino all'ormai nota "compressione spazio-temporale" di D. Harvey), vengono dedotte tutta una serie di conseguenze che, per Bauman, riguardano l'emergere di nuove gerarchie sociali, di diverse tipologie di comunità e, in sostanza, di un profondo processo dissolutivo delle strutture fondamentali della modernità (classi sociali, stati-nazione, sindacati, ecc.). Il termine "globalizzazione", nel corso della tesi, prende forma in riferimento a processi molto concreti che, per quanto abbiano origine nelle macrostrutture delle tecnologie informatiche, dei trasporti ad alta velocità e del nuovo capitalismo flessibile, discendono gradualmente fino ad investire la dimensione micro dell'esperienza individuale.
    Questa tesi è correlata alle categorie
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy