Home Sociologia
Home Sociologia
Costruttivismo e scienza politica: il ruolo delle idee nelle relazioni internazionali

Autore
Simona Valle - Università degli studi di Genova - [2004-05]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 184 pagine
  • Abstract
    In questo lavoro ci proponiamo di analizzare le implicazioni di una corrente di pensiero, il Costruttivismo, che si concentra sul ruolo che le idee rivestono nei fenomeni politici e sociali.
    Il mondo sociale è infatti il risultato di un processo dinamico ed ininterrotto che coinvolge pensieri, convinzioni, concetti, linguaggio, discorsi, segni, segnali che “costruiscono” l’identità degli individui ma a loro volta ne sono il prodotto,

    Questo approccio, che assume una certa rilevanza nelle scienze sociali, è stato raramente impiegato per lo studio delle relazioni internazionali.
    Il nostro tentativo è dunque volto a mettere in luce l’importanza che riveste, pur con i suoi inevitabili limiti, anche in questo campo nel facilitare la comprensione e la tolleranza tra gli attori.

    Nella prima parte della tesi ci occupiamo di illustrare l’excursus che ha portato all’emergere del paradigma costruttivista nella psicologia sociale e ne elenchiamo le caratteriste salienti nonché le varie diramazioni.
    Un’attenzione particolare è accordata al linguaggio che svolge un ruolo di trait-d’union tra la logica ed il mondo esterno, al punto che i Costruttivisti formulano l’originale tesi secondo cui non è il linguaggio ad essere una rappresentazione del mondo ma il mondo è un’immagine del linguaggio
    Si pone così il problema dell’interpretazione che riguarda non solo il piano dell’osservazione ma anche quello della rappresentazione attraverso il linguaggio, o meglio della ri-presentazione, fonte di malintesi soprattutto tra culture diverse.

    Nella seconda parte viene sviluppato questo concetto, impiegando il metodo costruttivista nell’ambito delle relazioni internazionali.
    Dopo aver messo in luce la posizione mediana che occupa il Costruttivismo tra il Razionalismo, con il suo impianto metodologico neo-utilitarista, ed il Reflectivism, con il suo approccio puramente interpretativo, abbiamo illustrato i campi di applicazione di questo nuovo approccio.
    Infine nell’ultima parte abbiamo cercato di considerare come si osservano gli eventi internazionali secondo la prospettiva costruttivista: abbiamo cioè messo in primo piano più che la distribuzione del potere e i rapporti che ne derivano, le percezioni e le interpretazioni dei protagonisti che si muovono nello scenario internazionale. Naturalmente senza alcuna pretesa di fornire una spiegazione esaustiva.
    In particolare abbiamo proposto l’analisi delle modalità attraverso cui i leaders ed i Mass Media hanno modellato la percezione e le aspettative della popolazione americana e araba, in merito alla guerra in Iraq del 2003, e abbiamo tratto le nostre conclusioni riguardo ai vantaggi/svantaggi che presenta l’ adozione di un approccio costruttivista nella spiegazione della realtà.
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy