Home Sociologia
Home Sociologia
Le relazioni interpersonali all'interno del sistema ''famiglia''

Autore
Antonietta Parmentola - Università degli Studi di Salerno - [2000-01]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 153 pagine
  • Abstract
    Un mistero inesplicabile sembra sottendere la struttura delle relazioni intrafamiliari. Ed il presente lavoro nasce proprio come testimonianza di un viaggio nel “pianeta” famiglia in cui chi scrive ha deciso di avventurarsi, nel modesto tentativo di dissolvere (o, perlomeno, rischiarare!) quell’alone di mistero del quale sopra abbiamo riferito. Naturalmente senza alcuna garanzia, né pretesa, di riuscire nell’intento!
    Suddiviso in cinque capitoli, il volume prende il via dall’analisi dell’evoluzione del modello familiare. Un ricco e “plurisecolare” itinerario che prevede il passaggio dalla famiglia poligamica dell’epoca preistorica a quella “multiforme” del nuovo millennio.
    Protagoniste del II e del III capitolo sono, rispettivamente, le figure della madre e del padre. A cosa mirano quelle pagine? Sicuramente ad esplicitare il carattere duale del rapporto genitori-figli: dipendenza-autonomia; complicità-rivalità; amicizia-competizione; amore-odio. Ed a chiarire quanto il destino di qualsiasi figlio dipenda in notevole misura dal prevalere dell’uno o dell’altro elemento dei suddetti “binomi affettivi”. Una responsabilità non indifferente quella che investe una mamma ed un papà!
    Si conti pure che l’atteggiamento da essi assunto nei confronti dei figli influenza profondamente l’andamento delle relazioni fraterne (IV capitolo) … ed il quadro è completo! Alimentare invidie e gelosie tra fratelli (assolutamente tollerabili se mantenute entro certi limiti!) con continui confronti o “trattamenti” privilegiati vuol dire rischiare di compromettere in maniera seria la stabilità del loro rapporto. Un rapporto che, se vissuto bene, può perfino rivelarsi fonte di estremo benessere psicologico!
    Ripristinare l’equilibrio e il benessere in un sistema familiare “malato” è ciò che si propone di realizzare la psicoterapia della famiglia, oggetto di discussione del V ed ultimo capitolo. Nata nella prima metà del secolo scorso, essa si fonda sul presupposto che è necessario il paziente sia “curato” in seno alla sua famiglia e non come individuo isolato dal contesto. Perché la sua “malattia” è semplicemente un sintomo della… “MALATTIA” familiare.
    Il senso della famiglia, le “variegate” modalità di rapporti che investono chi ne fa parte, le svariate difficoltà in cui incorre, i possibili interventi per ovviare ad esse: queste le tappe del viaggio virtuale intrapreso dalla sottoscritta. La speranza è che il lettore si lasci coinvolgere in tale avventura. E allora non resta che augurargli… buon viaggio!
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy