Home Sociologia
Home Sociologia
Il Karate: aspetti sociali, educativi e culturali

Autore
Pietro Calantropo - Università degli Studi di Roma La Sapienza - [2003-04]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 92 pagine
  • Abstract
    La mia tesi intende evidenziare il valore educativo di una disciplina come il karate che, pur essendosi sviluppata in un mondo a noi lontanissimo sia nel tempo che nello spazio, conserva a tutt’oggi intatti quei valori etici che fin da principio l’hanno caratterizzata e ne hanno fatto per lungo tempo lo strumento pedagogico prediletto dalla società orientale.
    Ho seguito un percorso di tipo concentrico: definito il concetto di socializzazione, ho messo in risalto il valore socializzante dello sport. Nello specifico, ho voluto affrontare il tema della valenza educativa degli sport di combattimento; tra questi le arti marziali, per il loro substrato filosofico, costituiscono un chiaro esempio di come una disciplina sportiva possa contribuire alla formazione dell’individuo.
    Confucianesimo, Taoismo e Buddismo sono le tre grandi correnti filosofiche che in sintesi mirano a migliorare l'uomo, coltivando la virtù della sensibilità umana, vivendo in armonia con la natura e esortando al perfezionamento attraverso la meditazione. In un tale contesto le Arti Marziali sono considerate vie per il perfezionamento spirituale
    Dopo una panoramica sulle varie discipline esistenti, mettendone in risalto analogie e differenze, ho focalizzato l’attenzione sul complesso di arti marziali di origine giapponese (il Budo) individuandone i suoi aspetti peculiari in relazione anche al suo stretto legame con la filosofia Zen. Non potendo ovviamente approfondirle tutte in maniera esaustiva, ho scelto di soffermarmi su quella che è la più conosciuta arte marziale nel mondo: il Karate.
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy