Home Sociologia
Home Sociologia
Strategie e normative per la formazione del comunicatore pubblico

Autore
Caterina Piscitelli - Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli - [2003-04]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 80 pagine
  • Abstract
    La pubblica amministrazione, nel corso degli ultimi quindici anni, ha subìto una radicale trasformazione ridisegnando il suo rapporto con gli utenti: da un’ impostazione piramidale, prevalentemente burocratica, chiusa nella formale applicazione di leggi e regolamenti, si è infatti diretta verso i principi di partecipazione e, nel senso letterale del termine, di dialogo con la realtà esterna. La comunicazione pubblica trova terreno fertile, per la sua genesi, proprio in questo lasso temporale che assiste alla riforma della pubblica amministrazione. In questo lavoro, si è cercato di comprendere secondo quali modalità la comunicazione svolge una funzione fondamentale per il rinnovamento degli apparati pubblici, focalizzando la dovuta attenzione su coloro che sono chiamati ad interpretare e ed attuare le trasformazioni poste in essere da un contesto sociale caratterizzato da una mutazione continua e incostante, quale quello della società globalizzata. In particolare si è analizzato il ruolo della formazione professionale nella situazione attuale. La formazione è la vera sfida della pubblica amministrazione, da cui trapela il suo sforzo volitivo di dimostrare la sua capacità di adattamento al nuovo panorama. Eppure, nonostante ci sia una normativa ad hoc, che cioè “istituisce e regola le funzioni e gli obiettivi della comunicazione, le forme, gli strumenti operativi, le strutture, le professionalità, la formazione del personale addetto”, numerosi sono gli ostacoli che impediscono,o quanto meno rallentano, lo sviluppo e la diffusione di una vera cultura della comunicazione pubblica. Auspicabile sarebbe, infatti, che quest’ ultima, fosse capace di fronteggiare le difficoltà in modo sistematico ed efficiente e stabilire una comunicazione integrata con il territorio, le associazioni ed il cittadino in vista. Oltre alle ordinarie e previste difficoltà e ai vizi di forma che causano questo rallentamento, abbiamo cercato di carpire quali altre mura ostacolano il decollo del settore comunicativo e quindi il raggiungimento di un più elevato status professionale dei comunicatori pubblici. La frase di Voltaire, "La Vera Scoperta non Consiste nel Cercare Nuove Terre, Ma nell ’ Avere Nuovi Occhi" con cui si è aperta la presentazione, permette, uscendo fuor di metafora, di immaginare la formazione, come un’esplorazione, un viaggio di scoperta che necessita, per la sua piena riuscita, di una nuova mentalità, di un cambiamento ed un’evoluzione prima di tutto culturale piuttosto che di nuove e formali leggi che la regolino.
    Questa tesi è correlata alle categorie
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy