Home Sociologia
Home Sociologia
Tecnologie Oscene. Erotismo e pornografia: contenuti strategici per i nuovi media

Autore
Bruno Antonini - Università degli Studi di Roma La Sapienza - [2003-04]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 347 pagine
  • Abstract
    L’erotismo e specialmente la pornografia nella società moderna occidentale sono stati e sono tuttora contenuti socialmente disapprovati e censurati, così che solo raramente sono stati studiati nel dettaglio. Questa cecità morale non ha permesso di guardare non solo a tali fenomeni in maniera scientifica, ma anche di non capirne uno dei ruoli ricoperti nella società: essere un contenuto strategico, quindi uno dei fattori, che ha contribuito allo sviluppo delle nuove tecnologie nel mercato di massa. Spesso le tecnologie dei mezzi di comunicazione nascono in ambito militare e/o scientifico, ma poi vengono riconvertiti in ambito civile. In questo passaggio la pornografia, assieme ad altri fattori, attira i primi utilizzatori i quali hanno il ruolo di aprire un nuovo mercato e portarlo al punto in cui nasce la domanda da parte dei consumatori di massa.
    Questo lavoro analizza il ruolo avuto dai contenuti erotici ma soprattutto pornografici nella diffusione dei nuovi mezzi di comunicazione. Per nuovi mezzi si intende non solo i new media attuali, ma anche quelle tecnologie attualmente diffuse, o scomparse, nel momento del loro avvento, quando quindi erano nuovi media: dall’invenzione di Gutemberg ai nuovi media digitali.
    La tesi, suddivisa in dieci capitoli, inizia definendo alcuni concetti come erotismo e pornografia, illustrando brevemente il mercato del porno e le diverse sfumature nelle fantasie e nelle pratiche sessuali. Segue poi una breve storia dei comportamenti sessuali dall’antichità greco-romana ai giorni attuali, con particolare riguardo ai cambiamenti e alle caratteristiche fondamentali della società moderna. Dunque un capitolo riguardo le diverse strategie testuali con cui sono stati veicolati i contenuti erotici e pornografici. Si passa poi all’analisi dei diversi media. Si comincia analizzando il ruolo assunto dalla pornografia nella fotografia, a cui segue una storia delle maggiori riviste pornografiche. Si passa poi all’erotismo nel mezzo cinematografico, sia nel cinema ufficiale che nelle produzioni clandestine. Al cinema seguono i broadcast: radio, televisione generalista e televisione a pagamento. Dunque i supporti, intendendo con questo termine quelle tecnologie che permettono di fissare su un dispositivo il contenuto audiovisivo e renderlo vendibile: ossia videocassette, DVD e CD-ROM. L’avvento dei media digitali è preceduto da un capitolo sulle tecnologie e le pratiche che fanno dell’erotismo un gioco: dai giochi erotici di società ai videogiochi, la realtà virtuale e la teledildonica. Si passa poi al videotex e ad Internet, con tutte le sue diverse applicazioni, e terminare nel mercato della telefonia sia fissa che mobile con le sue applicazioni a valore aggiunto rispetto al traffico voce.
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy