Home Sociologia
Home Sociologia
Le donne e Internet: il digital divide di genere

Autore
Jessica Crapelli - Università degli Studi di Milano - Bicocca - [2003-04]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 70 pagine
  • Abstract
    Sino a partire dagli inizi del XXI si è verificata una grande espansione delle nuove tecnologie dell’informazione, tra le quali possiamo annoverare Internet.
    Per quanto concerne quest’ultimo è stato, infatti, stimato come nell’anno 2001 si è verificata, rispetto all’anno precedente, una crescita del numero di utenti pari al 6%, fino ad ottenere, alle soglie del 2002, il 56% di utenti di Internet, sul totale della popolazione italiana. Si ha motivo di credere che fra il 44% di coloro che sono rimasti “fuori dalla rete” vi siano soggetti dotati di peculiari caratteristiche socio- culturali ed economiche, a causa delle quali sono stati emarginati dall’“invenzione del secolo”.
    Il fenomeno noto come digital divide fa riferimento proprio alle disuguaglianze esistenti tra le diverse categorie di soggetti in merito all’accesso e all’utilizzo delle tecnologie della società dell’informazione.
    In particolare all’interno della presente tesi è stato analizzato il digital divide di genere, dopo aver dimostrato che le donne costituiscono una delle categorie “emarginate”.
    Attraverso l’analisi di dati ISTAT ed Eurobarometro, si è cercato di capire se e in quale modo il fenomeno d’interesse si sia diffuso nel nostro Paese.
    Una volta riscontrata la presenza del digital divide di genere in Italia se ne sono ricercate le cause ed individuate alcune possibili soluzioni.
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy