Home Sociologia
Home Sociologia
Il fenomeno delle assunzioni di nuove droghe nei giovani trapanesi. Stili comportamentali tra normalità e disagio

Autore
Gessica Riccobono - Università degli Studi di Trieste - [2003-04]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 117 pagine
  • Abstract
    La conoscenza del mondo giovanile e dei suoi stili di vita sono per l’operatore sociale premessa indispensabile per sperare che il suo intervento possa risultare di aiuto ed efficacemente trasformativo verso modelli comportamentali ed educativi all’insegna del benessere e del rispetto della salute (privata e pubblica).
    Il fenomeno attuale dei nuovi stili di consumo giovanili e dei cosiddetti policonsumi, di sostanze psicoattive sia vecchie che nuove, rivela uno scenario che presenta aspetti tanto inquietanti quanto inediti. In particolare, l’ingresso delle droghe nella normalità della vita quotidiana di giovani ed adolescenti ben integrati, sia nel mondo della scuola che nel mondo delle relazioni sociali, rappresenta un aspetto che gli operatori sociali e sanitari (sia del pubblico che del privato) conoscono poco e rispetto al quale hanno pochi strumenti e scarse competenze per intervenire efficacemente ed adeguatamente anticipando i rischi che l’uso di droghe (in senso lato) comportano.
    La questione relativa alla conoscenza di questo fenomeno, nei suoi molteplici aspetti, è premessa indispensabile per mettere a punto strategie di intervento, modelli operativi, strumenti di lavoro, metodologie applicative, griglie interpretative, in grado di aiutare l’operatore e le istituzioni (pubbliche e private) ad intervenire efficacemente ed adeguatamente. Cimentarsi in questo lavoro, se da un lato comporterà lo stravolgimento dei criteri culturali e valoriali che sono stati alla base della corretta analisi ed interpretazione delle “dipendenze storiche” del recente passato, ed in particolare quelle da eroina, che hanno dato vita a tutta una serie di scelte strategiche di cura e riabilitazione (le comunità terapeutiche e i Ser.t. in particolare, con i loro protocolli di intervento), dall’altro significa avere a che fare con novità antropologiche e sociali proprie dei giovani e degli adolescenti di oggi che spesso risultano molto lontani dai valori e dai modelli del mondo adulto.
    I comportamenti dei giovani e degli adolescenti di oggi, hanno spesso a che fare con la ricerca del piacere immediato e con la perdita del controllo, con la necessità di sperimentarsi in nuove dimensioni (psicologiche e fisiologiche) e col bisogno di tentare il rischio: aspetti questi che si muovono al confine tra il sano e il patologico processo di sviluppo verso la costruzione della propria identità adulta, tra la normalità e la devianza di comportamenti e stili di vita sperimentali e per questo all’insegna del rischio e del pericolo.
    Il lavoro di tesi che qui si presenta, ha l’obiettivo di avviare e stimolare una riflessione su alcuni aspetti riguardanti il fenomeno dell’uso/consumo/abuso di droghe (vecchie e nuove) dei giovani e degli adolescenti di oggi, partendo dai risultati del lavoro di ricerca-intervento realizzato nel territorio della provincia di Trapani nell’ambito del progetto “Discoteche, alcool e nuove droghe: quale relazione?” (DAND), finanziato dal Ministero dell’Interno, promosso dalla Prefettura di Trapani e condotto dalla cooperativa sociale Fenice di Palermo. La ricerca-intervento ha avuto inizio nel mese di ottobre del 2001 e si è conclusa nel mese di giugno del 2002. I dati sono stati raccolti nel periodo novembre 2001 aprile 2002
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy