Home Sociologia
Home Sociologia
Studio sociolinguistico sulla comunità gay di Berlino

Autore
Agnese Bresin - Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori, Roma - [2002-03]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 122 pagine
  • Abstract
    Quanto è offensiva la parola "frocio" in italiano? E il suo equivalente in tedesco? Continueremo per sempre a usare una parola straniera (gay) per mostrarci politicamente corretti in Italia?

    Immaginate una studentessa della scuola interpreti di Roma, che va alla Love Parade di Berlino a chiedere in giro quanti sinonimi esistono per omosessuale in tedesco. Certo, ci sono tanti modi per analizzare un ambito terminologico, ma per scoprire come parla la gente, non c’è altro modo che chiederlo alla gente stessa! La metodologia è sicuramente poco ortodossa – tutta documentata però – ma almeno i risultati sono accessibili.

    Nel tentativo di tradurre i sinonimi tedeschi in italiano, emergono difficoltà che sono da ricondurre innanzi tutto a differenze culturali fra i due popoli: i tedeschi e gli italiani hanno due percezioni linguistiche (e quindi culturali) diverse dell’omosessualità.

    Ecco quindi nascere l’esigenza di addentrarsi nella comunità gay di Berlino e indagare i suoi punti di riferimento attuali: il frutto sono tre interviste ad alcune delle principali istituzioni. Mentre il prodotto del lavoro principalmente linguistico è una proposta di glossario ragionato tedesco => italiano dei sinonimi per omo- bi- transessuale.



    Questa tesi è correlata alle categorie
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy