Home Sociologia
Home Sociologia
Economia del benessere: modelli teorici e prospettive metodologiche: il caso della percezione della salute

Autore
Marilena Bartolomei - Università degli Studi di Urbino - [2001-02]
Documenti
  • Preview
  • Indice
  • Bibliografia
  • Tesi completa: 175 pagine
  • Abstract
    Il benessere rappresenta una delle nozioni più controverse dell’indagine socio-economica, sia sul piano concettuale che su quello operativo, dato il suo carattere multidimensionale ed elusivo che ne fa materia di analisi interdisciplinari.
    Una crescente attenzione è stata posta negli ultimi anni alle strategie di promozione ed alle tecniche di misurazione della salute come fattore propulsivo del benessere individuale e collettivo.
    A tali tematiche si intreccia una terza fondamentale categoria, quella dell’equità, collocata nel corso del dibattito teoretico applicativo, a volte su un piano di interdipendenza a volte di contrapposizione rispetto al benessere.
    La relazione tra i tre fattori menzionati (benessere, salute, equità) è stata indagata ricorrendo alla costruzione di un modello analitico, definito come “teoria delle aspettative” e fondato sull’ipotesi che la soddisfazione tanto a livello individuale quanto aggregato sia condizionato dalle aspettative, a loro volta dipendenti dal livello e variazione del benessere. In particolare, all’interno di una prospettiva statica, si dovrebbe riscontrare un maggior grado di insoddisfazione in presenza di un livello di benessere più consistente, data la supposta relazione diretta tra aspettative e benessere (inteso come stato oggettivo, quantitativamente rilevabile) ed inversa tra aspettative e soddisfazione (intesa come benessere percepito)
    L’indagine sviluppata nel presente lavoro si avvale di dati empirici aggregati per suffragare la tesi precedentemente esposta circoscrivendola ad un ambito ben determinato del benessere: quello della salute.
    I risultati emersi evidenziano una prevalenza di giudizi negativi (insoddisfazione dichiarata) nelle unità territoriali che godono di condizioni “strutturali” migliori in riferimento agli aspetti esaminati. Si è in effetti riscontrata una significativa correlazione tra la maggioranza degli indici di benessere (culturale, economico, comportamentale-preventivo) e salute percepita; più elevati sono tali indici più aumentano i giudizi critici e negativi, minore è il tasso di sviluppo evidenziato, più alte sono le percentuali di soddisfazione.
    Questa tesi è correlata alla categoria
    ARTICOLI AUTORI LIBRI DOSSIER INTERVISTE TESI GLOSSARIO PROFESSIONI LINK CATEGORIE NEWS Home

    Skype Me™! Tesionline Srl P.IVA 01096380116   |   Pubblicità   |   Privacy